Autore: Matteo Pegoraro

Laureato in Banca e Finanza ed Economia Aziendale presso l'Università di Udine. Appassionato di investimenti, analisi tecnica e videogame. Ha all'attivo alcune pubblicazioni riguardo Etf e Etn su riviste specializzate.

Forward e Futures sono fondamentali per l’economia globale e il loro sviluppo ha senza dubbio cambiato la storia della finanza. In questo articolo voglio raccontare la nascita dei contratti a termine e dei derivati, approfondendo anche lo sviluppo dei mercati dove vengono negoziati. Partiremo da un richiamo al nostro articolo in cui abbiamo evidenziato le differenze fra questi due strumenti finanziari. Cosa sono i Forward e i Futures? I contratti forward sono contratti derivati a termine non standardizzati, che vengono negoziati al di fuori dei mercati regolamentati, mentre i contratti futures sono contratti a termine standardizzati, che vengono negoziati su…

Read More

L’analisi volumetrica o volume analysis è una metodologia dell’analisi tecnica che utilizza i dati relativi al volume di scambi di contratti, valute, criptovalute o azioni per identificare tendenze e modelli di mercato. Questa tipologia di analisi, si basa sul presupposto che il volume è un indicatore di interesse e di attività di mercato. Quando il volume è elevato, significa che c’è un elevato interesse da parte degli investitori e che il mercato è più volatile. Viceversa se i volumi sono bassi, significa che c’è un basso interesse da parte degli investitori. Gli obiettivi della Volume Analysis Gli obiettivi sono quindi…

Read More

Le criptovalute hanno aperto la strada a una nuova era di transazioni digitali e decentralizzazione  cambiando per sempre il mondo finanziario e affermandosi grazie all’attenzione di investitori e appassionati come una nuova asset class. In questo articolo cercherò di spiegarvi le basi per comprendere cosa sono e come funzionano le crypto tramite la blockchain. Cosa sono le criptovalute? Una criptovaluta è una valuta digitale che utilizza la crittografia per garantire la sicurezza e la trasparenza delle transazioni e la convalida delle unità di valuta. Questo è ottenuto mediante l’utilizzo di una tecnologia, la blockchain, e di algoritmi matematici di convalida.…

Read More

Come vengono classificati i beni? Durable goods e Non-durable goods in cosa si differenziano? Ci sono molti modi per classificare un bene economico. In questo viaggio partiremo dalla definizione di beni strumentali e beni finalizzati al consumo per poi individuare le differenze fra beni durevoli e non durevoli. Infine, vi darò alcune indicazioni su come trovare i dati su questi beni riguardanti il mercato a stelle e strisce. Capital Goods e Consumer Goods I capital goods (beni strumentali) sono tutti quegli asset che un’azienda utilizza nel processo produttivo per fabbricare beni e servizi che verranno venduti ai consumatori. I beni…

Read More

Recentemente Vivid Money ha introdotto importanti modifiche alle Ricompense e ai Cashback … non troppo positive per alcuni clienti, però ci sono anche alcune novità per il conto e le modalità di inserimento degli ordini. Vediamole assieme! Cashback! Il cashback ottenuto tramite Vivid Money per ogni acquisto tramite carta viene convogliato nella Pocket Ricompense, ossia un portafoglio separato creato appositamente per il cliente dentro l’app nel conto Vivid Money (se vuoi sapere cos’è una Pocket e come funziona il conto ti consiglio di leggere la nostra recensione). A partire dal 10 ottobre 2022 il Cashback (in italiano rimborso o ristorno)…

Read More

Ci sono delle novità per gli aderenti? Come è andata la gestione del Fondo Espero 2021? Le performance? In questo articolo troverete ciò di cui avete bisogno. Se volete approfondire abbiamo già affrontato il Fondo Espero e della pensione complementare nei rispettivi articoli. Le novità per gli aderenti Il Fondo Espero ha (finalmente) rinnovato l’Area Riservata rendendo più facile accedere alle informazioni della propria posizione, alle impostazioni (es. % di adesione, comparto e beneficiari) oltre a rendere più usufruibile agli utenti l’accesso ai moduli e alle pratiche per le prestazioni pensionistiche oppure al riscatto. È disponibile anche un nuovo simulatore…

Read More

Il Volume Profile, conosciuto anche come Price by Volume Chart (PBV), è uno degli strumenti fondamentali in analisi tecnica e analisi volumetrica, nonché il mio preferito assieme ai Ritracciamenti di Fibonacci. L’origine è il Market Profile di Steidlmayer. Volume Profile Il Profilo Volume è costituito da istogrammi orizzontali tracciati sul grafico di qualsiasi strumento finanziario quotato. Lo scopo è indicare il volume di titoli scambiati in corrispondenza di un livello di prezzo specifico. Il grafico forma delle aree di concentrazione dei volumi che illustrano prezzi di elevato interesse (cd. dominanti) per posizioni sia long che short. Queste aree sono considerate…

Read More

In questo articolo ci occupiamo dell’Oscillatore Stocastico e una sua variante il Williams %R. Questi sono altri due oscillatori utili a individuare segnali di entrata e uscita e di cambiamento del trend. Oscillatore Stocastico Lo Stochastic Oscillator è stato creato alla fine degli anni ’50 da George Lane. L’assunto di base è che in un trend positivo i prezzi di chiusura tendono ad essere vicini al massimo del range del prezzo, la stessa cosa avviene all’inverso in un trend ribassista. Ci sono due linee %K e %D, ed è importante settare il periodo n (tipicamente 14, ma è usato anche…

Read More

Il Positive Volume Index e il Negative Volume index sono due indicatori usati in analisi tecnica per analizzare i volumi. Paul Dysart ha inventato questi strumenti negli anni ’30, ma sono diventati famosi nel 1975 quando sono stati discussi in un libro del 1976 intitolato “Stock Market Logic” di Norman Fosback. Positive Volume Index (PVI) Entrambi gli indici sono cumulativi e vengono spesso usati insieme. Il PVI assume che la folla disinformata, ossia tutti quei soggetti che prendono decisioni non informate e frutto di analisi (cd. noise traders), prende posizione nelle giornate ad alto volume. Se i volumi aumentano, i noise traders…

Read More

Oggi ci occupiamo di indicatori per l’analisi tecnica, più precisamente di oscillatori. Quelli di cui parliamo oggi misurano il Momentum, ossia la forza del trend in atto. Momentum Il Momentum è l’indicatore più facile nel calcolo, è sufficiente sottrarre al valore di chiusura di oggi il valore di chiusura del primo giorno del periodo. Il valore viene posto in un grafico che oscilla attorno allo 0. Se i prezzi sono saliti nell’ultimo periodo il valore sarà positivo, altrimenti negativo. La lunghezza del periodo da prendere in considerazione dipende dalle vostre preferenze. J.J. Murphy usa 10 giorni, ma molti trader utilizzano…

Read More